domenica 6 ottobre 2013

BLING RING

Ispirato ad una storia vera, l’ultimo film di Sofia Coppola racconta di un gruppo di ragazzi, il bling ring del titolo, che hanno rubato nelle case di alcuni VIP tra cui Paris Hilton ed Orlando Bloom. Il film alterna tra i vari furti e parti in cui i ragazzi raccontano la loro versione ad una giornalista di Vanity Fair e si conclude con il loro arresto e successivo processo. Ne esce fuori un’immagine poco rassicurante: questi ragazzi sono superficiali, interessati solo ad apparire, neanche sembrano rendersi conto di commettere dei reati, si comportano quasi come se stessero facendo shopping e non rubando a casa di altre persone. Il cast è ben azzeccato, composto da giovani promesse quali Taissa Farmiga ed Emma Watson. Il film non è così male, molto meglio del precedente film della Coppola, Somewhere, anche se ci voleva ben poco. La regista però continua a non entusiasmarmi: anche qui sono presenti alcune scene abbastanza lente; credo però che il problema principale sia che i suoi film non sono film che avrei voglia di rivedere. Piccola curiosità: la casa di Paris Hilton che si vede nel film è davvero la sua.