giovedì 22 aprile 2010

Otra historia de amor (GLBT Festival)


Trama: Jorge Castro (Mario Pasik) inizia una relazione con il suo capo, Raúl Loveras (Arturo Bonín), sposato e padre di famiglia. I due verranno scoperti dalla moglie di Loveras, creando uno scandalo anche sul posto di lavoro.

Datato 1986, il film, presente nella retrospettiva "I 25 film che ci hanno cambiato la vita" della venticinquesima edizione del GLBT Festival di Torino, colpisce ancora oggi. É ovvio che per certi aspetti può risultare un pò vecchio: le musiche ad esempio o aspetti della vita quotidiana per noi un pò lontani, basti vedere il modo in cui Castro organizza il primo appuntamento con Lovera, oggi avremmo risolto tutto con un paio di SMS. Però il film risulta ancora molto attuale e anche coraggioso, considerando che è stato girato 24 anni fa in un'Argentina che si era liberata da poco della dittatura. La sceneggiatura è ottima, molto ironica, e il punto di forza sono i due attori protagonisti, in particolare Pasik, capaci di farti intuire tutto con uno sguardo.